Progetto Demetra

Logo-progetto-DEMETRA-Donne

 

Progetto avviato il 3 marzo 2015

 

Il PROGETTO DEMETRA, fulcro dell’attività di DONNE ATTIVE, prende il nome dalla mitologia greca da cui attinge l’idea della fertilità e dell’energia positiva, e si pone  l’obiettivo di creare una rete di sinergie e iniziative di volontariato che possano essere di ausilio alla crescita ed al benessere sociale e collettivo.

Il progetto, sarà realizzato in collaborazione con gli Assessorati alle Attività Produttive, alla Salute e alle Attività Socio Politiche secondo le linee guida della Giunta Comunale di Roma, sarà composto da quattro aree tematiche:

logo-comprare-e-mangiare-be  Progetto avviato il 3 marzo 2015 

Patrocinato:  logo comune Roma  logo-regione-lazio

Finalità: favorire un corretto rapporto tra cibo e salute inteso come educazione ad uno stile alimentare sano e riconoscibilità della qualità/origine/ tracciabilità dei prodotti

Operatività: incontri , laboratori e corsi nelle scuole, referente privilegiato per l’educazione alimentare.  Sussidio di materiali didattici e testimonianze di operatori del settore agro-alimentare

Attività svolte

3 marzo 2015

Scuola Primaria “Giuseppe Mazzini”:

Lezioni per 11 classi dalla 2° alla 5° tenute dalla Dott.ssa Elisa Vasa (nutrizionista) sulle finalità del progetto.

 

logo-prevenzione-DCA

Finalità: dare una corretta informazione e prevenire i disturbi del comportamento alimentare indirizzando in particolar modo gli interventi alla fascia più a rischio di incontrare la patologia DCA, costituita dagli adolescenti (12-18 anni).

Si tratta di un progetto di educazione alla salute  indirizzato ad un pubblico di adolescenti, poiché è l’età in cui avviene il passaggio da fanciulli ad adulti e in cui avvengono una serie di cambiamenti sia comportamentali che fisici, alle volte difficili da comprendere e da accettare;

Obiettivi generali sono quelli di incrementare il benessere fisico e psichico degli adolescenti coinvolti nel progetto, sviluppare una personale capacità critica utile a saper valutare i messaggi mediatici lanciati dai media, apprendere i principi di un corretto stile alimentare, rinforzare l’accettazione dell’immagine di Sé e del proprio corpo;

Operatività: Gli Interventi sono destinati alle Scuole Medie e agli Istituti Superiori, vengono proposti incontri con frequenza settimanale nell’arco dell’anno scolastico per un totale di 60 ore.

logo-obiettivo-donna

Finalità: Il progetto ha come obiettivo la tutela della salute della popolazione femminile del quartiere in tutte le diverse fasi della vita dall’adolescenza alla terza età grazie alla creazione di un servizio territoriale di ascolto, informazione, orientamento, counseling e consulenza, rivolto alle donne e totalmente gratuito.

La necessità di attivare programmi di prevenzione e cura per le patologie a rischio per la donna deriva dai risultati di studi effettuati su particolari patologie quali ad esempio la malattia cardiovascolare che rappresenta la maggiore causa di morte tra le donne o la depressione, principale causa di disabilità sociale e lavorativa tra le donne tra i 15 e i 44 anni.

Si vuole realizzare di un sistema di raccordo tra la domanda di servizi provenienti dall’utenza femminile e l’offerta pubblica e privata presente nei territori.

Operatività: Il progetto, che si articolerà in tre anni, prevede uno sportello di accoglienza aperto una mattina alla settimana per l’accoglienza e l’inquadramento della donna, delle eventuali patologie, della consapevolezza del rischio per fasce di età (adolescenza, età fertile, menopausa, terza età) , convenzioni con altre realtà del territorio selezionate ed impegnate in programmi di assistenza e tutela della salute.

Organizzazione di eventi e giornate di sensibilizzazione che rendano visibili a tutti il significato del messaggio e rinforzino la motivazione di chi ne ha preso parte.

logo-prevenzione-malattie-C

Finalità: Lo scopo generale del progetto è che la popolazione del quartiere  possa acquisire la consapevolezza del rischio individuale, le conoscenze per prevenire le malattie cardiovascolari e partecipare attivamente alle iniziative finalizzate all’adozione di stili di vita sani.

Le malattie cardiovascolari riconoscono un’eziologia multifattoriale, cioè legata a più fattori di rischio (età, sesso, pressione arteriosa, abitudine al fumo, diabete, ipercolesterolemia) ed è stata dimostrata la reversibilità del rischio, pertanto la malattia cardiovascolare è oggi prevenibile (attraverso cambiamenti dello stile di vita o mediante assunzione di farmaci).